Come lavorare di notte senza compromettere la salute

Copyright Il Sentiero.net

lavorare di notte

La maggior parte delle persone dorme di notte e lavora durante il giorno, dal mattino fino a tarda sera. Tuttavia, non possiamo dimenticare tutti coloro che lavorano di notte permettendo che le città ed i servizi continuino a funzionare correttamente 24 ore su 24.

Ospedali e cliniche ad esempio sono aperti tutto il giorno per prendersi cura della nostra salute, così come stazioni di servizio e altre tipologie di attività che si svolgono principalmente di notte.

Molti di coloro che svolgono lavori notturni affermano che “è solo questione di abitudine”, ma può essere vero? Può il corpo abituarsi a lavorare di notte e non subire delle conseguenze? Diversi specialisti hanno espresso qualche dubbio a proposito.

Ad esempio, uno studio condotto dall’ILO (Organizzazione Internazionale del Lavoro) ha rilevato che chi fa i turni di notte e sconvolge i propri ritmi di sonno/veglia, potrebbe dimostrare 5 anni in più. Anche il cervello invecchia precocemente e le abilità mentali risultano offuscate.

Il nostro corpo è programmato per lavorare di giorno e riposare durante la notte: facendo il contrario dobbiamo fare uno sforzo ulteriore al fine di rendere di più e mantenere alta l’attenzione. Lavorare di notte aumenta significativamente il rischio di commettere errori, o incorrere in incidenti sul posto di lavoro.

Come lavorare di notte senza compromettere la salute

Se siete tra coloro che lavorano di notte, è bene prestare particolare attenzione affinché, a lungo termine, la vostra salute non ne risenta. Provate a seguire questi semplici consigli che vi aiuteranno a migliorare la vostra qualità di vita e a limitare conseguenze negative derivanti dalla vostra attività notturna. Tuttavia, è bene sottolineare che non vi sentirete mai completamente riposati come chi, invece, svolge un lavoro diurno.

Curate l’alimentazione

E ‘dimostrato che le persone che lavorano di notte hanno cattive abitudini alimentari. E’ necessario perciò seguire una dieta equilibrata, ripartita in diversi pasti durante la giornata.

I “turnisti” tendono a mangiare fast food durante la notte perché cominciano a sentire fame nel bel mezzo del lavoro; è difficile che possano consumare un pasto caldo e quindi la loro scelta ricade su panini freddi, snack o prodotti confezionati da consumare al volo. Di conseguenza, la mattina dopo, solitamente, non sentono fame per la perdita di sonno e si coricano immediatamente, o magari mangeranno la prima cosa che capita sotto gli occhi senza preoccuparsi di cucinare.

Il giorno dopo si avrà sicuramente fame di nuovo, probabilmente a metà del turno, quando non si ha sempre il tempo di fermarsi per consumare un pasto adeguato dal punto di vista nutrizionale. Di conseguenza, queste persone possono soffrire di gastrite, ulcere, digestioni pesanti e obesità.

Stabilite le ore da dedicare al riposo

Indipendentemente dal turno che andrete a ricoprire, avete bisogno di dormire almeno 6-7 ore. Sarebbe ideale dormire tutte le ore di filato, ma se non è possibile, frazionate il tempo in due parti: ad esempio 5-6 ore al mattino e 1-2 ore prima di recarvi a lavoro. Prima di andare a dormire cercate di seguire delle piccole abitudini che aiutano l’organismo a prepararsi. Ad esempio, fate uno spuntino leggero, lavatevi i denti, indossate il pigiama, leggete per qualche minuto … E sempre verso la stessa ora. In questo modo il cervello si abitua ad associare queste attività con il riposo.

Riorganizzare la vostra camera

Scegliete magari la stanza più tranquilla della casa per riposare e adattatela in modo da isolarla il più possibile dai rumori esterni. Usate tende pesanti per le finestre, tappi per le orecchie, utilizzate un umidificatore per migliorare la qualità dell’aria, spegnete il cellulare.
Inoltre, le persone che vivono con voi devono cercare di disturbare il meno possibile: può risultare terribilmente complicato, ma è importante giungere ad un accordo.

Fate esercizio fisico prima di andare a lavorare

Se praticate un po’ di sport prima di iniziare il vostro turno, noterete che i livelli di energia aumenteranno in un paio d’ore. Col passare del tempo comincerete a sentirvi più stanchi, ma va bene così, perché una volta arrivati a casa riuscirete a conciliare il sonno, anche se è ancora giorno.

Stimolanti e rilassanti per tirare avanti

Caffè o tè saranno i vostri più grandi alleati durante le notti interminabili. Tuttavia, a notte inoltrata, è meglio non consumarli. Quando arrivate a casa, potete invece prepararvi un infuso rilassante che vi aiuti a dormire. Lavanda, valeriana, tiglio rappresentano una buona scelta.

Se dovete guidare per tornare a casa e c’è troppo sole, indossate degli occhiali scuri

L’esposizione alla luce solare potrebbe impedirvi di addormentarvi subito una volta arrivati a casa. In ogni caso, se mentre guidate vi sentite troppo stanchi, usate il buon senso: fermatevi e riposate prima di rimettervi alla guida.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *